Conosco Alberto Soiatti da molti anni.

Lo conosco da quando non faceva il modello. Lo conosco da quando era troppo giovane per pensare seriamente che la gioventù fosse una cosa seria.

Perché funziona un po’ così. Che devi avere i tuoi tempi e farti maturare in testa qualche ambizione. Che devi fare la tua strada e poi scoprire quanti sbocchi ha. Che devi avere un padre con un lavoro e una competenza straordinari e farne una storia straordinaria.

Daniele Soiatti, il papà, è un’istituzione, in campo di moto d’epoca, di motori e di restauri. Ex crossista e poi meccanico e poi super esperto e poi grande re del più autentico e professionale restyling, papà Daniele e il brand Soiatti moto classiche ricevono dall’intraprendente Alberto, figliol prodigo, una vera sferzata di popolarità.

Sebbene sia papà Daniele il mago dell’officina museo che a Novara, e ormai in Italia o in mezza Europa, conoscono tutti, Alberto ha ereditato la passione e ha aggiunto l’arte della comunicazione. Eccellente pr e sicuramente dotato in studi e bellezza, Alberto Soiatti allarga lo sguardo, allarga i confini.

Il ragazzo vivace e scanzonato ha lasciato il posto al sognatore determinato ed entusiasta. Osservare moto e padre al lavoro ha fatto scoccare la scintilla ma Alberto non si è fermato lì. Ci ha messo la faccia e la grinta. Ci ha messo lo stile.

In effetti credo che sia stato conquistato dal gusto vintage, dall’amor di glorie passate, dal fascino delle cose che raccontano vita, dalle impronte di personalità.

E ne ha acquistata tantissima lui, di personalità.

Così tanta che alla moda e alla pubblicità il passo è stato breve. È semplicemente perfetto, in quell’aria da mascalzone retrò felicemente dandy. Bravo, molto bravo.

In sella a una moto da capogiro, infilato in un abito di haute couture, sfoggiando un orologio extra lusso, Albertino ha ormai messo le ali. Firma scarpe, finisce dritto su GQ Italia, è testimonial di marchi top, tiene interventi e lezioni sulla Comunicazione nel mondo della motocicletta.

Chapeau, mio caro Alby Alberto Soiatti. Sei diventato un bel simbolo di grazia e tenacia. Hai uno strepitoso futuro davanti e intravedo testa e cuore in un bel mazzo di valori che non guastano mai. Un esempio felice di zelo, audacia e positività.

Io faccio il tifo per te e per Soiatti moto classiche. Ti vedrei bene in qualsiasi magnifico spot in tv, con quel sorriso che dice più di mille parole. Ma sei anche altro, sei oltre: imprenditore di te stesso.

 

 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *