Arrivo a “Il Salotto di Milano” per un appuntamento di lavoro. Si trova in un elegante palazzo storico di Via della Spiga, nel cuore del quadrilatero della moda. Siamo accolti da Paolo Gelmi, General Manager, che ci spiega la filosofia del posto e ci accompagna in una visita veloce. È una shopping house del lusso, un nuovo concept store studiato appositamente per ospitare il meglio del made in Italy in

Produci prodotti magnifici. Hai una pasticceria che sforna delizie. Sai cucire come i migliori sarti del mondo. Il tuo piccolo agriturismo è un paradiso di accoglienza e prelibatezza. Sei accorto e generoso nei tuoi servizi di riparazione e manutenzione. Oppure fai bellissimi disegni o puoi cantare come un usignolo. Crei incantevole bigiotteria, sei un mago della chimica e potresti dar lezione agli scienziati. Ma chi lo sa? Chi conosce quello

Content is king! L’imperativo ormai non è solo noto, è anche abusato ma purtroppo spesso mal interpretato. I contenuti sono essenziali. Questo è un assunto fortunatamente indiscutibile. Evviva, comunicazione e marketing non sono solo punti e strumenti nevralgici, sono il cuore fondamentale del business e del personal branding e quindi -pensiamoci bene- orientano e caratterizzano aziende e persone ovvero lavoro e vita. Non sono così convinta sia un principio assodato

Il social media manager è quel professionista che cura i social network di un’azienda, di un artista, di un professionista, di un personaggio pubblico, di un progetto, di un evento. Può gestire uno o più piattaforme in base ad opportunità e necessità, naturalmente con un’azione coordinata e strategica. Lo scopo di questa azione è correlato al committente e ai suoi obiettivi: le finalità possono essere informative, commerciali, promozionali e richiedono

Mi piace molto, presentarmi come storyteller. Il ‘racconta-storie’ è una figura dolce e accattivante che ci rammenta narrazioni fantastiche, fiabe e favole. Magari un vecchio davanti al camino oppure un grande saggio che condensa in piccole novelle un infinito mondo di virtù. Lo storytelling ai giorni nostri è una tecnica di scrittura, un potente strumento di marketing, un efficace metodo di comunicazione, una straordinaria calamita. Obiettivi pubblicitari, di personal branding,

06

Ott 2018

Il ghostwriter

Strabuzzate gli occhi e pronunciate un ‘cosaaaa?’ come se vi trovaste davanti a un tizio che vi dice d’essere un marziano, magari il figliolo di E.T. A voi, che esistano fantasmi lavoratori pare roba da libri fantasy o film. In effetti il ghost writer con i libri e i film è in strettissima relazione ma, badate bene, non da protagonista bensì da professionista delle trame e delle parole. Io, ghost

Solitamente viene definita creativa quella che ‘esce dallo standard’ di scrittura professionale, giornalistica, accademica. Facile pensare ai romanzi, alle novelle, ai racconti. Forse perché viene in gioco la fantasia e quindi l’elaborazione di una mano che ci mette dentro il suo talento, la sua immaginazione, la sua impronta. Personalmente credo che al di là del testo tecnico in senso molto stretto, in quelle formule di comunicazione prettamente informative e legate

Libri, comunicazione aziendale, personal branding? Puoi chiamarli lettori, clienti, fan. Il concetto dello storytelling evoluto è quello di arrivare alla pancia del destinatario. Come una vecchia lettera che in quel ‘caro/a…seguito dal nome di battesimo’ testimoniava la relazione tra scrivente e ricevente o era lì a crearla. Raccontare e raccontarsi non significa salire su un palcoscenico ma scendere tra il pubblico e vivere insieme lo stesso spettacolo. Loro, lettori, clienti,

Più che cittadina del mondo, sono cittadina dell’umanità e delle sue espressioni! La professione di storyteller, ghostwriter, copywriter, è anche occasione. Occasione di conoscenza. Ascolto, osservo, tocco. Ogni giorno mi accorgo di non riuscire neanche a fare il conto delle emozioni: sono tante, tantissime. Domenica 23 settembre, Mad Mood Milano Fashion Week. Nel fantastico allestimento di Palazzo Turati ci sono tanti volti della fantasia, dell’arte, della curiosità, della sapienza artigiana…e

Avevo le parole, strette nel pugno. Mi bastava aprire la mano e lasciarle volare, avrebbero annusato e centrato qualsiasi bersaglio. Mi sono resa conto di quale potere fosse. In questi anni mi sono fatta molte domande e, in verità, mi sono anche data qualche risposta. Questa è la storia che racconta un mestiere come il mio, quando ci studi dentro e non smetti mai di indagare, imparare, pensare. Ho soprattutto