Conosco Alberto Soiatti da molti anni. Lo conosco da quando non faceva il modello. Lo conosco da quando era troppo giovane per pensare seriamente che la gioventù fosse una cosa seria. Perché funziona un po’ così. Che devi avere i tuoi tempi e farti maturare in testa qualche ambizione. Che devi fare la tua strada e poi scoprire quanti sbocchi ha. Che devi avere un padre con un lavoro e

Marina sembra una di quelle anime semplici fuori e variegate dentro. Una che si rilassa davanti al mare, che scrive pensieri alla mamma tornata bambina, che fa la moglie, la mamma, la sorella e l’amica tra passione, leggerezza e rigore. Ha la verve e la malinconia mescolate in un gioco di sogni. Già. Marina Zampella ha la voglia di vivere a fior di pelle, tanti desideri che cercano gli incastri

Silvia Amorosino è una bella 28enne che 13 anni fa ha fatto il brutto incontro con l’alopecia. Brutto perché l’appuntamento con qualcosa che trasforma i nostri tratti presumo sia difficile da elaborare. Difficile soprattutto quando impatta su quelli che consideriamo canoni estetici diffusi. L’alopecia di Silvia le ha portato via i capelli. Tutti. L’alopecia di Silvia è una sorta di condizione tangibile. Una di quelle che portano sguardi e domande

Conoscere Pierangelo Bertolo significa incontrare il punto di incontro tra la trasformazione e l’arte. Bertolo mescola infatti realtà e fantasia, lavora la materia valorizzandone gli usi, le forme, le interpretazioni, realizza opere che intrecciano sapientemente le tecniche, i colori, le espressioni. Qualcosa che assomiglia alla scultura e alla pittura insieme, qualcosa che differisce dall’una e dall’altra per diventare un suo pezzo unico. Segue l’impulso di un’ispirazione, attinge da ciò che

Barista? Barman? Bartender? Ho scelto di individuarlo come bartender ma Alessandro Ricci detto Sandrino e spesso chiamato Ale è tutto e molto di più. Autore di “Magari tutta la vita”, papà del magnifico Leonardo abbreviato in Leo e attualmente al timone del “33 Fruit Café” con la splendida Eleonora Bruno, è una piccola grande leggenda romana, transitata per la Sardegna e approdata a Novara. Un cocktail di Ale è una

Conoscevo Antonino Esposito e la sua pizza ovvero avevo già vissuto l’esperienza meravigliosa di incontro con verve umana e bontà per il palato… Trovarmi a Sorrento e poter andare da lui ad Acqu’e sale è stato però ancora più entusiasmante. Complice lo splendore del luogo, del mare e dell’atmosfera, certamente, ma anche essenza reale di qualità e accoglienza. Sono entrata con l’emozione in mano e ne sono uscita felice. Acqu’e

La pizza è una cosa seria, molto seria. La pizza è un piacere dell’anima. E non esagero. È qualità, tradizione, gusto. È la ‘semplicità’ che piace a tutti, che parla di buona tavola, di genuinità, di arte e cultura. In effetti la pizza ha storia e fascino da vendere. Ma…deve essere buona! Semplice non vuol dire facile. La maestria del pizzaiolo, al di là degli ottimi ingredienti, è essenziale. E

Filippo Rodolfi ci ha lasciati qualche mese fa. Ma un Maestro, si sa, non muore mai del tutto. Soprattutto uno come Filippo Rodolfi la cui straordinaria carica umana è ben impressa in chiunque l’abbia conosciuto, ascoltato, incrociato. Io lo ammiravo moltissimo e gli volevo bene. Ecco, volevo bene all’uomo e al pianista, volevo bene a Filippo. Filippo profondo, ironico, allegro, malinconico. Filippo che aveva una sensibilità tutta sua. Un grande