Quando leggo critiche alla ‘sovraesposizione’ di Chiara Ferragni penso a invidia oppure al classico giudizio frettoloso.

Chiara Ferragni è una blogger, un’influencer, un’imprenditrice. Una che sui social e con i social ha creato la sua <fortuna>.

Innanzi tutto ha conquistato un pubblico di milioni di persone quindi ogni critica a lei coinvolge un discreto numero di followers. Poi chi crede sia facile arrivare e restare sulla cresta dell’onda si accomodi e provi.

Fa la bella vita e non lavora?

Questo è proprio uno dei pensieri più diffusi: è una che si mette quattro griffes addosso, si diverte, fa soldi. Può darsi che si diverta e faccia soldi. Sicuramente conosce però l’arte di farlo. E, strepitate quanto volete, non è da tutti.

Non è da tutti avere idee, fascino, disciplina. Non è da tutti reggere la notorietà. Non è da tutti diventare un ‘fenomeno’ di costume. Non lo è neanche se abbiamo qualcuno che ci ispira, ci guida, ci aiuta. Figuriamoci se lo è imporsi con le proprie forze.

Avete mai seguito davvero Chiara Ferragni? Dico dall’inizio. Non c’è un dettaglio fuori posto, non c’è una foto sbagliata, non c’è un momento di down.

E questa la vogliamo chiamare fortuna o roba di poco conto? Ci vogliono molte qualità. Molte. Dall’intraprendenza alla tenacia passando per intuito, impegno, creatività, personalità. E ci vuole soprattutto un sogno nel cassetto per il quale si è disposti a dare tutto.

Chiara Ferragni voleva il successo. Chiara Ferragni voleva esattamente quello che, mattone dopo mattone, ha costruito. Credo non lasci nulla al caso. Chi ha un obiettivo come lei investe tutte le energie, non spreca tempo, non si sollazza altrove. Prende la mira e centra il bersaglio. Lei puntava in alto e in alto è arrivata.

Cosa vuol dire è ‘solo’ una blogger?

Ci sono affermazioni che davvero non capisco. Ci sono ostinati rifiuti della realtà che non tollero. Il mondo cambia. Quella del blogger può ben essere una professione, oltre a un diletto. Siete davvero persuasi che a fare il blogger alla Chiara Ferragni siano capaci tutti?

Io sono fermamente convinta del contrario. E sono certa che chi emerge ha saputo fare la differenza.

Con buona pace dei detrattori, lei continua imperterrita il suo percorso.

Prima o poi, come tutti i ‘fenomeni’, prenderà la discesa fino a scomparire? Può darsi, è brava a stare al passo e a rinnovarsi, ha un team agguerrito e competente, una solida fan base, ma tutto è destinato a mutare, a evolvere. Ogni parentesi nasce per chiudersi. Ma questo non vale solo per lei, appunto. Non vale solo per i blogger. È la storia di tutto e tutti.

Chi volesse seguirne le orme o insidiarne i primati sappia dunque rimboccarsi innanzi tutto le maniche. Con i progetti tiepidi non si va lontano, ci vogliono bollenti spiriti per arrivare a destinazione. Io credo che Chiara Ferragni conosca la parola ‘sacrificio’, anche se adesso beatamente e giustamente si gode gli allori. In quanti la conoscono?

  • Rispondi

    Antonella

    14 10 2018

    Santa Santissima Verità!!! Ti stimo, Irene e W la Ferragni!!!

    • Rispondi

      Irene Spagnuolo

      14 10 2018

      Wow, grazie Antonella!!! Tu sei uno splendido esempio di Blogger tosta, hai forza e stile!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *