L’emozione è l’amicizia di una vita.

Ma l’emozione è anche quello che mi trasmette ogni volta. Da un palcoscenico, tra le note delle sue canzoni, nei suoi pensieri.

Un piacere sempre grande. Grande come lui. Che Rocco Papaleo è quella profonda semplicità che odora di vita, che parla di vita. Che Rocco Papaleo è quella malinconia che ti migliora.

A teatro, con la sua band, con la sua voce roca, con i suoi testi unici, Rocco è l’arte della strada, della memoria, dell’amore, del viaggio. Sì, porta in scena un perenne viaggio. Un viaggio nel quale riconoscersi e riconoscere stati d’animo o possibilità, un viaggio da assaporare lentamente, un viaggio per non arrivare mai. Un viaggio che questa volta si intitola proprio Coast to coast. Un po’ omaggio a quel Basilicata coast to coast diventato film cult e poesia appassionata, un po’ simbolo di un’esistenza che tutti attraversiamo e dalla quale siamo attraversati.

D’altronde siamo transitori, siamo provvisori e lui lo sa.

Pesca nei ricordi, Rocco, mescola le sensazioni, si aggira tra probabile e improbabile. Fa ridere e riflettere. Commuove.

Ironico, dolce, impietoso, insieme. A tratti vivace, a tratti intimista. Sempre nudo. Nudo come chi non ha paura di mostrarsi, come chi non ha paura di scottarsi. Con la libertà di forzare la mano e nello stesso tempo di tenere, lieve, un ritmo umano. Molto umano. Umano come la sua tempra. Umano come la sua terra. Umano come la sua storia.

Mi sono goduta lo spettacolo. E mi sono goduta lui. Ogni abbraccio e ogni momento insieme finisce dritto nell’album degli anni che custodisco gelosamente. Un onore e un piacere infiniti.

Meritano ben più di una citazione e di un applauso anche tutti quelli che con lui lavorano. Anche a loro mi lega un affetto speciale ma, al di là di questo, anche tanta, tantissima ammirazione. Sono i musicisti Arturo Valiante, Guerino Rondolone, Davide Savarese e Giorgio Tebaldi, è Valter Lupo alla regia, è Sonia Peng alla scenografia, è Carlo Pontesilli alla produzione, è Valentina Romano addetta stampa, sono i tecnici Alberto Recchia, Stefano Nuccetelli, Gianluca Cappelletti, è il tour manager e molto altro Giampiero Da Dalto. Chiedo venia se dimentico qualcuno!

Con Rocco Papaleo coast to coast l’avventura è assicurata.

 

E io, caro amico mio, ti voglio sempre più bene.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *