Finalmente. Finalmente posso dire di aver rivoluzionato il modo di occuparmi del personal branding dei miei committenti!

Premesso che restano essenziali i buoni principi generali e noti sul personal branding, quello che mi preme è studiare sempre sfumature, percorsi o modalità nuovi. Naturalmente esclusivi e aderentissimi al ‘personaggio’.

Faccio comunque un velocissimo riepilogo per centrare l’argomento.

Cos’è il personal branding?

In termini semplificati e diretti, il marketing della persona. Come per un prodotto, anche le persone si connotano e si posizionano nella vita e sul mercato per una serie di caratteri, competenze, valori.

Come ci vedono gli altri? Cosa gli arriva di noi? Come è collocato il nostro brand?

Sbagliato credere che fare personal branding significhi diffondere di noi una ‘bella immagine’ che non corrisponde alla realtà. Generare appeal e poi deludere è un flop dal quale è difficile, per non dire impossibile, riprendersi.

La prima operazione importante infatti è capire chi siamo, cosa facciamo e come, in quale modo ci distinguiamo dagli altri, quali sono gli atout che possiamo spendere, su quali peculiarità possiamo fare leva. La lista deve comprendere punti di forza e punti di debolezza: entrambi sono da considerare attentamente e anche i secondi possono essere molto interessanti per un lancio originale.

È fondamentale anche sapere dove vogliamo andare, quali obiettivi abbiamo, chi vogliamo e possiamo attrarre.

Consapevolezza, strategia, storytelling e identità

Possiamo in effetti riassumere così le ispirazioni di fondo del personal branding. Alle quali è bene aggiungere l’autenticità…esaltata dall’arte di piacere.

All’interno di questo schema di lavoro che delinea e diffonde il nostro brand cosa continua ad essere la chiave di volta? La potenza con cui lo comunichiamo.

 Ne faccio proprio una questione di energia.

Energia di intenti + energia di contenuti + energia di trasmissione

La forza dei mezzi che utilizziamo (da un libro a un blog ai social) può solo potenziare la forza di ciò che veicoliamo. Lo charme del brand è invece l’avvincente alchimia di testo, immagini, emozioni che racchiude pensieri, emozioni, sogni, risposte.

Proprio lo charme è il focus di tanto studio, di tante analisi, di tante prove. Gli effetti sono sorprendenti. Un impegno professionale che è diventato anche un diletto.

Ecco perché vi invito…a divertirvi con me costruendo il vostro personal branding!

Immaginatela davvero come un’avventura allegra. Serissima quanto a servizio e risultati, naturalmente, ma zeppa di euforia. Il segreto? Resta tra me e voi. Il trucco? Ce n’è uno per ognuno di voi, su misura.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *