Per il secondo anno Pierangelo Bertolo mi ha invitato come membro della Giuria del Memorial d’arte Tiziano Bertolo. Sempre un piacere e un onore. Un’esperienza intensa, bella, importante. Un viaggio nell’arte è sempre un’avventura di pensieri, emozioni, meraviglie.

Ho ritrovato molti artisti e ne ho conosciuti di nuovi. Le sezioni -pittura, fotografia, scultura, grafica- riservano opere sorprendenti, percorsi umani e professionali affascinanti, momenti di vero stupore e ammirazione. Una grande occasione, per tutti: per Pierangelo, per noi della giuria, per gli artisti partecipanti. Un’occasione che cresce e, sono certa, crescerà ancora.

L’adesione da tutta Italia e non solo (quest’anno anche due opere dall’estero) non è solo un titolo di merito del Memorial, è anche la felice dimostrazione di quanto l’arte possa essere sempre un punto di incontro, di scoperta, di entusiasmo, di evoluzione.

Personalmente sono molto grata a Pierangelo e a tutta la sua famiglia per l’organizzazione impeccabile ma soprattutto per i principi e i valori che trasmettono con un’iniziativa di questo respiro. Per noi giurati è diventato un appuntamento straordinario e ieri, alla premiazione, vedere tanti bravissimi artisti entusiasti è stato coinvolgente e commovente.

Credo sia uno spaccato di realtà davvero ricco e interessante. Curiosità, allegria, affetto, dedizione: questo e molto altro circola nel lavoro di umile osservazione e valutazione che siamo chiamati a compiere noi giurati. D’altra parte loro, i protagonisti, sono artisti di ogni dove che trovano nel Memorial Tiziano Bertolo una splendida opportunità: più di una vetrina, un’autentica apertura al mondo delle sensibilità, alle buone sinergie, alle conoscenze che si allargano a macchia d’olio!

Confido abbia sempre più successo, come è giusto che sia.

Faccio i miei complimenti a tutti coloro che ci hanno deliziato con le loro opere. È stato difficile scegliere chi premiare, ciascuno ha espresso valori che abbiamo tanto apprezzato.

Al prossimo anno e grazie ancora, a tutti. A Pierangelo particolarmente, permettetemelo, …perché è una persona speciale!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *