Ero una ragazzina quando, davanti a un appuntamento al quale sarei mancata, mi è stato detto: «ciò che è rinviato, non è perso.» Oggi giurerei che quell’anziano parente lo disse soltanto per confortarmi ma la vita mi ha insegnato che non è così, che CIO’ CHE RIMANDIAMO PUO’ ESSERE PERSO PER SEMPRE. Domani potremmo non esserci. E se anche ci fossimo potremmo non essere più in condizioni di vivere ciò

Come ho conosciuto l’opera fotografica di Fabrizio Gatta? Ho iniziato a vedere i suoi scatti sui social grazie alla giovanissima e bellissima modella Alice Fanti. Innegabile che Alice catturi l’attenzione ma l’obiettivo artistico di Gatta fa generosamente la sua parte. Facile parlare di EMOZIONI quando le immagini arrivano sfacciatamente raffinate e deliziosamente provocanti. Ma passerebbero veloci come tutto quello sul quale i nostri occhi si posano scorrendo il mare magnum

Come si fa a non amarlo? Gianni Morandi non è soltanto un grande rappresentante della canzone italiana, è una parte di noi. Uno di noi, molti dicono. La faccia buona dell’italianità. L’uomo che sorride, l’uomo che esprime sentimenti, l’uomo di antica educazione, l’uomo della misura, l’uomo che non si ferma. Gianni Morandi è trasversale al tempo e alle generazioni, sempre in pista ma mai fuori dalle righe. L’uomo caloroso, aperto,

“Non farti ingannare dall’età” è il primo libro di Antonella Mollia. È uscito oggi, giorno del suo compleanno e del compleanno del Mollia Style, il suo blog di lifestyle. E, in verità, anche del mio compleanno…Dettaglio curioso e significativo, visto che sono addetta alla comunicazione e ai social Mollia Style. Insomma una data speciale, quella del 19 ottobre. 19 ottobre di qualsiasi anno (anche se io dichiaro allegramente i miei

L’arte della scrittura e della comunicazione si dice renda le storie immortali. In effetti sappiamo ciò che ci è stato narrato, ciò che abbiamo letto. E oggi più che mai viviamo di ciò che COMUNICHIAMO. Tutto avrebbe un tempo breve se non fosse tramandato attraverso uno storytelling. D’altra parte, nell’era delle parole, siamo consapevoli del loro potere e del loro fascino. Un potere e un fascino, quello delle parole, che

C’è presunzione a presentarsi come ghost-writer, copy-writer e content-writer insieme? Mai presunzione ma entusiasmo della sfida sempre!   Intanto chiariamo che il ghost writer è solitamente inteso come scrittore fantasma di libri altrui ma un ghost writer può scrivere per conto terzi qualsiasi testo destinato alla carta o al web quindi testi per siti o blog, comunicati, lettere, relazioni, presentazioni. E, sempre nell’ombra, può produrre i contenuti testuali delle pagine

Personal branding e responsabile comunicazione e social media del lifestyle blog Mollia Style. Insomma una full immersion nel mondo over 50, nel Ben-Essere del glamour cuore e cervello, nello Stile (di forma e pensiero!). Il Mollia Style è il blog di Antonella Mollia, 57 primavere estremamente cool. Un contenitore di motivazioni e riflessioni, di speciali navigazioni nel look, di piccoli e grandi racconti di viaggi e vita. Appassionatamente. Così firma

Ciascuno ha il suo perché. Forse i motivi e le spinte sono davvero infiniti. Da ghostwriter posso però dire che per molte persone scrivere un libro è affermare la propria esistenza, la propria visione di qualcosa, il proprio immaginario. Qualcosa che viene avvertito come una necessità e un desiderio insieme. Una necessità e un desiderio che comprendo pienamente. Sempre. Lo comprendo perché in fondo ho fatto di entrambi professione. Lo

Ognuno è libero di stabilire per se stesso un valore alto o basso, e nessuno vale se non per quello che si fa valere; potete attribuirvi dunque la condizione di uomo libero o di schiavo: questo dipende da voi. Epitteto Sgombriamo subito il campo dall’idea che “riconoscere” e affermare il proprio valore equivalga a vantarsi o a sovrastimarsi. Il fulcro della questione è proprio la VALUTAZIONE. Ciò che riteniamo di

«È stato scritto tutto», difficile smentire questa affermazione. Il mondo e la storia sono pieni di libri. Da lettrice prima e da ghostwriter poi, ho sempre in mente questo riferimento. È importantissimo perché non abbiamo bisogno di brutte copie, di pagine che non restano in memoria, di narrazioni senza emozioni. Eppure sono convinta che all’appello manchi sempre un libro: il Tuo! Ne sono convinta perché negli anni sono sempre stata