Scrivo. Scrivo ore, ore, ore, ogni giorno.

Scrivo romanzi e saggi. Scrivo post per blog. Scrivo testi per siti. Scrivo pensieri per la comunicazione online sui social.

Scrivo per autori, aziende, professionisti, personaggi pubblici, artisti.

Scrivo.

Materie, ambiti, mood, target, generi, stili, diversi, profondamente diversi. Sempre.

Più mi spremo per scrivere più dovrei esaurire la vena creativa?

Macché. Più incontro persone e temi, più affronto argomenti e tagli, più approfondisco pensieri e obiettivi, più esploro territori e più idee, parole, entusiasmo, lucidità, efficacia, montano in me.

È la regola delle connessioni, della formazione trasversale, dell’intelletto stimolato all’agilità, del gusto della conoscenza e della sfida, del patrimonio di esperienza e sensibilità maturate sul campo.

Ma non solo. In una parola è passione. Quella che mi fa svegliare ogni giorno con la voglia di lavorare, con il piacere di fare il mestiere che faccio, con la determinazione a onorare ogni servizio e ogni incarico, con la motivazione e l’umiltà per considerarmi sempre in evoluzione.

Work in progress. È la potenza della soddisfazione che leggo in viso o tra le parole di un committente. È la gratitudine per la vita che, dandomi un sogno in testa e una penna (tastiera!) in mano, mi ha risarcito di parecchio altro…

Quando non scrivo, leggo. O navigo in rete per captare, valutare, informarmi. Ascolto. Ascolto gli amici, la musica, la tv. Vado al cinema, a vedere storie e intercettare sentimenti e tendenze. Sento musica, per l’anima e per un guizzo di costume in più. Osservo la mia gatta, che è sempre un insegnamento di quelli notevoli. E faccio la casalinga che si occupa di famiglia e casa. Con attenzione. Sì, spendendo energie per esserci, con attenzione…

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *