🎯Romina Falconi fa centro un’altra volta, con “Magari vivi”, il contraltare del suo “Magari muori” uscito nel 2019 in collaborazione con Taffo Funeral Services.

 

🙌Questa volta firma con Roberto Casalino un INNO ALLA SFIGA.

Evviva, perché tra il pensiero positivo e la realtà c’è di mezzo il destino che non è mica generoso per tutti, bisogna pur dirlo. Gli sfortunati sanno bene quanto è duro rincorrere la vita che non vuole farsi prendere e l’unica salvezza è l’ironia.

L’ironia che Romina Falconi maneggia con disinvoltura. Con le sue parole crude che sono lo scrigno di una dolcezza senza pari, con le sue rime a effetto che sembrano sempre la poesia della verità.

Perché lei graffia di brutto ma lo fa con la sua grazia biondissima che gioca a sbalordire. Con Roberto Casalino, in “Magari vivi”, abbraccia quelli che non sono favoriti dalle stelle e hanno l’ascendente in Međugorje, alla faccia degli ottimisti ai quali va tutto bene. 👉Ma la felicità chi l’ha vista mai? Forse i benedetti dall’oroscopo, forse quelli che trovano tutto semplice…o forse chi riesce a smettere di pensare alla sfortuna che gli piove addosso senza pietà.

Tu sii prudente, non aspettarti niente

A me questa raccomandazione è arrivata come una freccia in pieno petto. Con la voce di Romina in pieno virtuosismo e un ritmo bello e avvolgente, non ti fa neanche troppo male. Ti sembra quasi sia la via d’uscita dal labirinto della sfiga. Se non sei ottimista e non respiri di speranze, soffri già un po’ meno. Quasi quasi rischi di credere che nessuno ti ferisca più, che la vita non ce l’abbia più con te.

🧡Però poi ascolto e riascolto. “Magari vivi” è così, ti entra dentro e vuoi che ci resti. Magari a ricordarti che si deve sapere, che la sfiga esiste e che col culo a terra non è facile credere al bene che trionfa.

La potenza di Romina Falconi in fondo è proprio tutta qui: sembra che vada contro e invece semplicemente non racconta quello che non è. Che poi un inno alla sfiga è meraviglioso anche perché, finalmente, gli rende un ruolo da protagonista: la riconosce, la rispetta.

Io sto con Romina Falconi e Roberto Casalino, io sto con “Magari vivi” perché è il riscatto dei malcapitati, di quelli che non hanno i pianeti allineati, di chi non ha neanche più desideri da esprimere.

E comunque una canzone è un mondo. Un mondo di emozioni che d’un tratto esplodono e, chissà, forse allargano qualche orizzonte o fanno prendere il largo per andare a tentare la sorte un po’ più in là. Forse è per questo che “Magari vivi” sembra una di quelle melodie allegre che ti fanno compagnia…

Altro che leggi di Murphy, c’è chi ha esperienze ben più brutali della sua catastrofica immaginazione. Eppure si sorride. Già, perché gli sfigati sono sfrontati e coraggiosi proprio come Romina Falconi: sorridono ai guai, che tanto ci sono così abituati che piuttosto che fargli la guerra diventano alleati.

Del resto la Sfiga è Maestra: altroché se insegna! A volte soltanto con il mare in tempesta, impari a nuotare. E quelli che non sono baciati dalla fortuna non è poi detto che anneghino. Anzi…

Ce la faranno, ce la faremo?

Lo scopriremo cantando.

🎼Magari vivi, il nuovo singolo di Romina Falconi scritto con Roberto Casalino, esce il 9 luglio 2021 per Freak&Chic.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *