Ebbene sì, era un freddo gennaio milanese e io mi sono rintanata al calduccio proprio nella tana di DEAL WITH IT.

DEAL WITH IT

Vittima di Francesco Costa, my heart, e sotto la regia di Gabriele Corsi e Frank Matano, ho vissuto un’esilarante avventura. Quella di un programma magnifico, pensato e studiato per mettere alla prova spirito, relazioni, capacità di improvvisazione e gestione delle sorprese.

Bello, nella sua autentica effervescenza naturale. Ci svela nudi e fa divertire tantissimo chi se lo gode beatamente da casa.

Splendida occasione per incontrare anche Corsi e Matano che sprizzano gentilezza e simpatia davvero da tutti i pori.

Riguardare sequenza dopo sequenza, vedermi immortalata in tv, fa un discreto effetto, tra quello “wow” e il “che vergogna”. Alla fine prevale comunque la sensazione di allegria e leggerezza che il gioco regala.

Francesco ha esibito doti di recitazione oserei dire sbalorditive e io…io ho fatto proprio la figura dell’ignara preda di uno scherzetto con i fiocchi! Tutto vero. E questo è un altro punto a favore d DEAL WITH IT perché spesso capita di dubitare della realtà di un programma e invece qui non ci sono finzioni.

La mia faccia incredula e smarrita testimonia la mia innocenza.

Spassatevela e rideteci su…ma non troppo, ricordatevi che potrebbe capitare anche a voi.

Quella di Deal with it finisce dritta nelle esperienze memorabili. Che emozione!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *